Nelle notti di primavera
mi sveglio, mi alzo
e andando verso la finestra,
porgo lo sguardo al cielo
e come nelle favole
intorno a me nascono
braccia che mi stringono,
mani che mi accarezzano,
sguardi e sorrisi che mi tengono compagnia e
baci che mi fanno sentite ………ViVo.
Abbasso poi gli occhi
cercando di immaginare la parte di te
che mi ha fatto innamorare,
ma mentre i miei pensieri viaggiano
nei lunghi ricordi di nostalgia,
mi accorgo di non essere più niente,
più nulla;
e con un sapore amaro
mi accorgo,
che lassù le stelle non mi fanno compagnia
e soprattutto
mi accorgo
di non avere più te
e di non essere più di nessuno.
 

Su Home Biografia News Contatti Link Amici Statistiche Ordini Mappa Sito
Copyright 2002-2017 - WebMaster Sinfolab - Perugia

  Poeti Non Protagonisti WEB

© Tutti i Diritti Riservati