Amarezza, vuoto
lacrime, pianti;
ormai è ciò che rimane di Te
di quell'amore
spento in quelle calde notti di agosto
dove il mio cuore soffoca di dolore.
Sapevo di arrivare a questo,
a rompere così
tutto ciò che avevamo costruito;
ma dovevo farlo
perché era un amore proibito.
Soffro e vorrei morire
ma appena cerco di dimenticarti,
di andare avanti,
di non pensarti più………
mi manchi,
mi manchi sotto le lacrime,
mi manchi in questa solitudine………
ma ormai
non ha senso parlare di questo.
Volevo amarti
rifiutando il tuo amore,
mi chiedo che senso ha………
Vorrei ancora averti
voglio ancora parlare di te,
voglio ancora ridere con te,
voglio ancora piangere di te,
di questo amore così grande,
così immenso da poter dimenticare
ancora una volta
anche se il mio cuore ha voglia di te.
 

Su Home Biografia News Contatti Link Amici Statistiche Ordini Mappa Sito
Copyright 2002-2014 - WebMaster Sinfolab - Perugia

  Poeti Non Protagonisti WEB

© Tutti i Diritti Riservati